Google premia cacciatori di bug, mille dollari per chi segnala falle sul Play Store
Google premia cacciatori di bug, mille dollari per chi segnala falle sul Play Store

Per l’edizione del 2017 dei Google Play Awards, giunti al loro secondo appuntamento annuale, sono ben dodici le categorie finalizzate a stabilire quali sono le migliori app per il sistema operativo Android. C’è infatti la categoria riservata alla migliore app creata da sviluppatori indipendenti, ma anche quella alla migliore app per impatto sociale, alla migliore esperienza di realtà aumentata, ed alla migliore app per l’accessibilità.

Le categorie proseguono poi con la migliore app per esperienza di realtà virtuale, la migliore per esperienza TV, la migliore app creata da una startup, il miglior gioco multiplayer, la migliore app per i dispositivi indossabili, il miglior gioco in assoluto, la migliore app in assoluto e la migliore app riservata ai ragazzi.

Nell’assegnare i riconoscimenti alle migliori applicazioni per Android, in base alle categorie, Google mira anche a promuovere il proprio store digitale fornendo in questo modo ampia visibilità a quello che è il miglior software in circolazione sul Google Play. Nel fissare le nomination, ovverosia le app finaliste per la seconda edizione dei Google Play Awards, il team interno al colosso americano ha preso in considerazione, tra l’altro, la qualità e la frequenza degli aggiornamenti per tutte le applicazioni presenti sul Google Play.

In particolare, la lista delle nomination per i Google Play Awards è composta da un totale di 60 app finaliste tra tutte quelle che popolano il negozio digitale che è riservato ai dispositivi con sistema operativo Android. Le app vincitrici di ogni categoria saranno comunicate nel prossimo mese di maggio del 2017 quando in California, dal 17 al 19, si svolgerà l’evento Google I/O.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here