WhatsApp integrato su Windows 10 e 11 finalmente realtà
WhatsApp integrato su Windows 10 e 11 finalmente realtà

WhatsApp è pronta a rinnovare le modalità di utilizzo del proprio servizio di messaggistica istantanea su PC.

Da diversi anni la piattaforma è accessibile da Windows e MacOS attraverso diverse modalità, tra cui interfaccia web o software dedicato.

Quest’ultimo su Windows è disponibile al download sia attraverso il classico exe sul sito ufficiale, oppure sul Microsoft Store sotto forma di applicazione.

Sembra però che le cose stiano cambiando, infatti attraverso il canale di sviluppo è in produzione una versione completamente integrata con Windows 10 e 11.

WhatsApp UWP: Windows 10 e 11 con supporto nativo

Per applicazione UWP si intende una versione completamente compatibile con le funzionalità dei sistemi operativi Microsoft.

Riscritta da capo, WhatsApp per Windows 10 e 11 include numerose funzioni Desktop che già conosciamo, insieme al supporto multi-dispositivo.

Viene aggiornata l’interfaccia in puro stile Microsoft, che riprende il design delle altre app di sistema.

Grazie alla completa integrazione vi è un incremento delle prestazioni, ridotti i tempi di apertura e notifiche Windows.

Queste ultime, grazie alla nuova struttura della piattaforma, arriveranno anche quando l’app sarà chiusa.

Tra le principali novità:

  • Funzione disegno: gli utenti Windows con touch potranno disegnare e scrivere a mano;
  • Notifiche: ricezione attiva anche con applicazione chiusa, personalizzazione dei suoni;
  • Avvio: disponibile l’avvio automatico all’accensione del PC;
  • Account: integrata la gestione di privacy e sicurezza;
  • Chat: integrati archivi e cancellazione dei messaggi;

WhatsApp UWB per Windows 10 e 11 è disponibile in Beta, anche se i professionisti di WABetaInfo precisano che si tratta di una versione particolarmente stabile.

E’ possibile effettuare il download attraverso la pagina dedicata dello Store Microsoft, ma questa non andrà a sostituire le altre versioni installate sul dispositivo.

Pare inoltre che la società stia anche lavorando ad un integrazione per macOS, non escludiamo quindi l’arrivo dell’app per i dispositivi del colosso di Cupertino.

A questo punto ci aspettiamo anche una risposta da parte di Telegram, il diretto concorrente che potrebbe seguire le orme di WhatsApp ed applicare la stessa strategia.