Le novità di Meta la nuova piattaforma di Zuckerberg
Le novità di Meta la nuova piattaforma di Zuckerberg

Sono trascorsi ormai diversi giorni dall’annuncio di Meta, il nuovo nome che Mark Zuckerberg attribuisce alla società Facebook.

Nessun allarme! il nome del famoso social network ormai online da decenni rimarrà invariato, così come quello di WhatsApp, Instagram, Oculus e tutto il resto.

Non tutti conosco bene l’origine di Facebook ed il modo in cui Mark Zuckerberg creò quello che successivamente è diventato una delle piattaforme più utilizzate al mondo.

Un nome uscito quasi di getto, che inizialmente venne pensato con la dicitura “The Facebook”.

Il famoso CEO ormai è cresciuto, così come Internet e le esigenze di chi utilizza tutti questi nuovi strumenti digitali.

La piattaforma iniziale creata da Zuckerberg ormai non è più in crescita, un pò per la nascita di altri social network ed un pò per le molte polemiche susseguite nel tempo a causa del trattamento dei dati, mancanza di censura e altro.

Se proprio vogliamo quindi trovare una delle cause che ha portato la società a cambiare nome, possiamo pensare ad un rebranding.

Per questo motivo all’apertura delle note applicazioni giornaliere troveremo la dicitura “by Meta” su WhatsApp, Facebook ed Instagram.

Per gli utenti inizialmente cambierà ben poco, ma ha un significato importante per l’azienda e per chi ha affrontato quelle polemiche.

Meta: il nome e le novità che porta con se

Mark Zuckerberg ha fatto degli studi classici in quanto amante della storia antica.

Meta infatti è una parola greca cui significato è “andare oltre”, in quanto lo scopo del CEO è proprio quello di non soffermarsi ai servizi offerti oggi dai social network bensì pensare al nuovo modo di utilizzare internet nell’immediato futuro.

La parola viene anche usata come contrazione di Metaverso, termine coniato da Neal Stephenson nel libro Snow Crash, descritto come storia di realtà virtuale condivisa tramite internet.

Proprio basandosi sull’ideologia dello stesso libro, Mark Zuckerberg dichiara:

Il metaverso sarà il successore di Internet mobile. Saremo in grado di sentirci presenti come se fossimo proprio lì con le persone, non importa quanto siamo distanti. Saremo in grado di esprimerci in nuovi modi gioiosi e completamente immersivi

Oggi siamo visti come una società di social media, ma nel nostro Dna siamo un’azienda che costruisce tecnologia per connettere le persone e il metaverso è la prossima frontiera proprio come lo era il social networking quando abbiamo iniziato

In parole povere l’idea è quella di creare questo universo digitale in cui i social network sono soltanto una piccola componente.

Meta: cosa ci attende in futuro

Meta racchiude sicuramente meglio tutto ciò che è stato realizzato ad oggi dalla società, tra cui Facebook, Instagram, Messenger, WhatsApp, Quest VR, Horizon VR e altro.

Lo scopo della nuova società è quello di costruire tecnologia per connettere le persone. Queste avranno la possibilità di interagire, lavorare e creare prodotti e contenuti all’interno di un nuovo ecosistema.

Nei piani di Meta vi è la produzione di nuovi visori 3D di fascia alta. Tra questi Project Cambria, che potrebbe essere una delle soluzioni al problema del totale isolamento in cui ci si trova oggi lavorando o giocando in realtà virtuale.

Questa permetterà infatti di incorporare nel mondo digitale anche elementi fisici.

Un chiaro primo passo è stato fatto già da Facebook con i suoi nuovi Ray-Ban Stories, che permettono agli utenti di creare contenuti multimediali attraverso dei semplici occhiali da sole.

Si pensa già ad un display olografico, processori e batterie più leggere e di dimensioni ancora più ridotte rispetto a quelle attuali.