Windows 11 tutte le caratteristiche
Windows 11 tutte le caratteristiche

Sono trascorse ormai alcune settimane dal rilascio ufficiale di Windows 11.

La nuova major release del sistema operativo sviluppato da Microsoft, testata del corso degli ultimi mesi dagli Insider è finalmente pronta.

Sebbene si sia parlato per diverso tempo delle novità che avrebbe portato con se, soltanto adesso abbiamo potuto effettivamente testarne le potenzialità.

Windows 11: requisiti minimi

Da quest’anno Microsoft ha deciso di rendere, almeno inizialmente, il nuovo sistema operativo disponibile soltanto per le componenti hardware più moderne.

Versione del processore recente e TPM 2.0 erano condizioni necessarie affinché il download e l’installazione dell’aggiornamento potesse essere disponibile agli utenti.

Dopo poche ore dal rilascio infatti la casa produttrice ha deciso di rivedere le proprie decisioni, stravolgendo tutto e rendendo il sistema disponibile a tutti.

Basta infatti seguire la guida ufficiale per rendere il PC conforme, almeno virtualmente, ai requisiti specifici richiesti da Windows 11.

Di seguito, le specifiche minime richieste:

  • Processore: almeno 1 GHz con 2 o più core a 64 bit;
  • RAM: 4 GB;
  • Spazio di archiviazione: almeno 64 GB;
  • Firmware BIOS: UEFI;
  • Scheda video: Compatibile con DirectX 12 o successive;
  • Schermo: diagonale superiore a 9 pollici e risoluzione di almeno 720p;

Windows 11: nuova barra delle applicazioni

Windows 11 barra delle applicazioni e menu start
Windows 11 barra delle applicazioni e menu start

Menu start

L’icona è stata disegnata, con uno stile più flat e nasconde il nuovo menu.

La porzione superiore del pannello viene dedicata alle icone di applicazioni più utilizzate, che possono essere rimosse, aggiunte o riposizionate dall’utente.

Sulla porzione bassa del pannello, invece, vengono posizionati gli articoli consigliati da Microsoft e gli ultimi software aggiunti.

Infine, come nella versione precedente del sistema, vi è il collegamento all’account utente ed i pulsanti Arresta, Riavvia e Sospendi.

Visualizzazione attività

Funzione già presente su Windows 10, questa volta ottiene dei miglioramenti generali.

I diversi schermi virtuali su cui è possibile dividere le attività sono personalizzabili, su ognuno è infatti possibile settare uno sfondo e differenziarlo quindi dagli altri.

Widget

Precedentemente integrato sul pannello di ricerca della versione precedente di sistema, adesso i widget ottengono un proprio spazio.

Dalla stessa interfaccia è possibile impostare dei widget personalizzati nella porzione in evidenza.

Subito sotto, invece, vengono visualizzate informazioni e notizie recenti basate sugli interessi e le ricerche effettuate.

Chat

Come già anticipato all’interno del nostro articolo precedente, Windows 11 include anche l’integrazione con Microsoft Teams.

Tutto ciò è facilmente accessibile attraverso un pulsante dedicato all’interno della barra delle applicazioni, da cui sarà possibile visualizzare le conversazioni di Teams e Skype in modo rapido.

Toggle Rapidi

La sezione dei toggle rapidi adesso è stata unificata tra WiFi, ethernet, Audio e Batteria.

La sezione, a sua volta, racchiude i regolatori di volume e luminosità dello schermo.

Inoltre sono presenti anche i pulsanti per la modalità aereo, risparmio energetico, assistente delle notifiche ed accessibilità.

Notifiche

Lo spazio relativo alle notifiche è stato anch’esso disegnato, con uno stile del tutto nuovo ed ispirato ai design mobile della concorrenza.

Basta cliccare le informazioni su data e ora per aprire il pannello dedicato alle notifiche derivanti da tutti i software e app installare sul PC.

Per ognuna di queste è possibile procedere alla disattivazione o all’inserimento di maggiore priorità.

Windows 11: nuova gestione delle finestre

Windows 11 gestione multi finestre
Windows 11 gestione multi finestre

Grande novità quella proposta da Microsoft. Basta poggiare il mouse sull’icona di ingrandimento della finestra per avere a disposizione dei posizionamenti automatici.

Le configurazioni variano dipendentemente dalla grandezza del monitor e dalla risoluzione dello stesso.

Si arriva infatti fino a ben 6 diverse configurazioni automatizzate per il posizionamento automatico.

Grazie ai nuovi algoritmi, inoltre, in caso di auto posizionamento su configurazione multi-monitor con collegamento interrotto, le posizioni verranno “ricordate” per i collegamenti successivi.

Windows 11: stabile ed efficiente?

Allo stato attuale il sistema risulta essere stabile per l’utilizzo di tutti i giorni, almeno su quei PC con componenti recenti o comunque performanti.

Probabilmente è necessario ancora qualche aggiornamento prima di renderlo “perfetto” ed utilizzabile per tutti.

In alcuni casi, infatti, non sono disponibili i driver grafici adeguati per alcune schede video e ciò potrebbe causare incompatibilità o problemi prestazionali per professionisti o videogiocatori.

La forzatura dell’aggiornamento su hardware non compatibile non sembra causare troppi problemi, ma lo sconsigliamo comunque in caso di hardware poco performante già su Windows 10.