iOS 14 widget
iOS 14 widget

Gli utenti Apple sono in questi mesi in grande attesa per la prossima uscita: iOS 14. Il nuovo sistema operativo dovrebbe infatti apportare, al solito, una serie di migliorie ma anche regalare qualche novità al proprio pubblico. Tra queste potrebbero effettivamente esserci i widget? Cavallo di battaglia di Android, essi sono già presenti – ma fissi – soltanto su iPadOS ovvero sui tablet di Apple. Sugli iPhone, finora, nessuna traccia.

Saranno i widget la vera novità di iOS 14?

E dunque, sarà davvero questa la novità portata dalla nuova versione di iOS sugli smartphone degli utenti? Per il momento, non ce n’è certezza: si tratta soltanto di un’indiscrezione. Che sarebbe però confermata con un’altra scoperta, tra le linee di codice beta di iOS 14: un nuovo set di sfondi, che avranno la particolarità di non esser fissi ma dinamici.

Non si può quindi parlare di una novità sicura e confermata, al momento. Ma c’è la certezza che anche Apple stia sperimentando questa possibilità in ottica futura: resta da capire se sarà un futuro prossimo – con iOS 14 – o un po’ più distante. D’altronde i widget mobili regalano agli utenti una serie di possibilità superiore, e anche l’azienda californiana sembra aver compreso il trend degli ultimi anni.

Come saranno i widget

Come abbiamo già anticipato, quelli che stanno venendo testati sono widget mobili: dunque in qualche modo “veri” e posizionabili dove l’utente preferisce, non come quelli presenti sui tablet di Apple ad oggi. Ma possiamo dire qualcosa di più su questa novità?

Sicuramente è difficile pensare che Apple si limiterà a copiare la funzionalità presente da tempo sui dispositivi della concorrenza: su Android, i widget consistono in piccole finestrelle da posizionare sulla homepage per visualizzare le informazioni delle app selezionate più rapidamente. Decisamente più probabile che Apple cerchi di rivisitare il concetto di widget per iOS 14, dando una sua interpretazione e fornendo questa funzione per determinate categorie di applicazioni che, ad oggi, non sono contemplate dalla concorrenza.