kit allarme casa

Un kit allarme casa in molte circostanze può essere la soluzione più adatta per garantire la sicurezza di un appartamento, ma di fronte alla varietà di proposte in commercio non sempre è facile scegliere il prodotto migliore. Kit di questo tipo, per altro, possono essere utilizzati anche per proteggere altri contesti, come per esempio uffici o esercizi commerciali, dai bar ai negozi. Un kit antifurto deve garantire un collegamento con una centrale operativa in modo tale che le registrazioni effettuate possano essere verificate in non più di 60 secondi; un’altra caratteristica da ricercare è la tecnologia GSM antisabotaggio, per mezzo della quale le comunicazioni esterne possano comunque avvenire anche nel caso in cui la linea telefonica venga tagliata o la corrente salti.

Quali sono i kit migliori

kit allarme casa che offrono le prestazioni più elevate sono quelli che garantiscono i più alti standard di sicurezza 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. L’installazione deve essere sempre curata da professionisti, in modo che tecnici specializzati si possano occupare della verifica dei rischi e accertare le caratteristiche dell’edificio. L’estetica deve essere sempre curata: questo vuol dire, per esempio, che non ci dovrebbero essere cavi visibili in grado di compromettere l’aspetto dei locali o degli spazi esterni. Per tenere la situazione sempre sotto controllo, è preferibile optare per quei kit che includono un’app da scaricare sul telefono, per un efficace monitoraggio a distanza.

La tecnologia dei kit allarme casa

Dal punto di vista della tecnologia, i kit allarme migliori sono dotati di sensori di movimento con flash e fotocamere a colori. Il consiglio è quello di optare per i modelli che comprendono anche uno shock sensor: quest’ultimo può essere considerato come una specie di sentinella per le finestre e per le porte attraverso cui è possibile rilevare eventuali urti e vibrazioni. Il collegamento con una sirena pronta ad attivarsi in presenza di situazioni anomale è un eccellente deterrente per i malintenzionati.

Un altro aspetto che merita di essere valutato con cura è il controllo degli accessi reso possibile dal lettore di chiavi. I cartelli dissuasori, per quanto semplici, sono altrettanto importanti per prevenire le intrusioni dei topi di appartamento più sprovveduti: gli sbandati e i balordi potrebbero desistere di fronte a un’abitazione che è dotata di un sistema di antifurto e rivolgere le proprie mire criminali altrove.

Evitare il fai da te

Quando si sceglie un kit di allarme per la casa, non è mai una mossa saggia quella di puntare sul fai da te, mentre è molto più intelligente rivolgersi a un installatore professionista. Solo in questo modo, infatti, si può avere la certezza che il montaggio e la posa siano effettuati a regola d’arte e che non si corra il rischio di inconvenienti, imprevisti o malfunzionamenti. Non è sufficiente osservare un tutorial sul web per improvvisarsi apprendisti installatori, soprattutto perché in gioco ci sono la tutela del proprio patrimonio e la sicurezza della propria famiglia.

Lotta ai furti in casa

Quella dei furti in casa, d’altro canto, è una vera e propria piaga – più di 200mila episodi all’anno, con la Lombardia al primo posto di questa poco onorevole classifica con oltre 50mila denunce – che merita di essere affrontata con attenzione. Per evitare che i criminali più pericolosi possano fare irruzione nelle abitazioni c’è bisogno di sensori di movimento e sistemi di video sorveglianza: tutti dispositivi che, come si può intuire, presuppongono per la loro installazione delle specifiche competenze. Nel momento in cui la tecnologia si evolve, è fondamentale affidarsi a figure professionali di elevata esperienza per sentirsi sempre al sicuro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + dieci =