Amazon rinuncia a costruzione nuovo quartier generale a New York
Amazon rinuncia a costruzione nuovo quartier generale a New York

Amazon, il colosso americano dell’e-commerce, ha gettato la spugna in merito alla costruzione negli States della sua seconda sede. La costruzione, che sarebbe dovuta avvenire a New York, e precisamente a Long Island City, nel Queens, è stata infatti annullata.

Amazon rinuncia a New York, saltano 25 mila posti di lavoro

La motivazione ufficiale della rinuncia sarebbe in particolare legata a rapporti non pienamente positivi e collaborativi non solo con le autorità statali, ma anche con quelle locali. E questo nonostante 7 newyorkesi su 10 fossero favorevoli alla nascita della nuova sede di Amazon a New York in accordo con quanto è stato riportato da rainews.it.

Si stima che il progetto di Amazon a New York avrebbe creato la bellezza di 25 mila posti di lavoro, ma avrebbe con ogni probabilità pure stravolto il mercato immobiliare attraverso una crescita dei prezzi delle case.

Forbes: Amazon fa utili miliardari, ma non paga le tasse!

Intanto forbes.it ha riportato che Amazon, pur facendo nel 2018 utili per ben 11 miliardi, non paga tasse federali. Si tratta, nello specifico, di un’accusa che è stata lanciata dall’Itep, l’Institute on Taxation and Economic Policy, che è un think tank specializzato proprio nell’analizzare le politiche fiscali negli USA.

Dal Rapporto Itep, in particolare, è emerso che Amazon, anziché pagare le imposte sul reddito d’azienda previsto negli Stati Uniti, avrebbe beneficiato di un’aliquota negativa, pari all’1%, grazie a tutta una serie di sgravi e di crediti di imposta. Questo nel 2018, ma anche l’anno prima, rivela altresì il think tank, Amazon non solo avrebbe pagato zero tasse, ma addirittura ottenuto rimborsi pari a 137 milioni di dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.