Come la link building può realmente fare la differenza per un buon posizionamento su Google.

Un buon lavoro di posizionamento su Google si basa su operazioni precise e molto complesse, cha vanno dalla scelta delle parole chiave, all’ottimizzazione SEO on page, per poi terminare con l’ottimizzazione SEO off page, chiamata anche link building. Ma in che cosa consiste questo step finale di un posizionamento SEO? Quali sono i vantaggi che apporta ad un sito web? E soprattutto come può far sì che un sito guadagni la prima posizione su Google? E’ tutto spiegato in questo articolo di jfactor, che ti consiglio di leggere, ma continua la lettura per ulteriori informazioni.

Con il termine link building, che tradotto alla lettera significa “costruzione di link”, si fa riferimento alla branca della SEO che si occupa di migliorare l’autorevolezza di un sito web. I fattori che determinano il posizionamento su Google, infatti, sono la presenza delle parole chiave in questione, la velocità di caricamento di un sito web, la sua navigabilità da ogni tipo di dispositivo, ma anche e soprattutto la sua autorevolezza.

È interesse di Google, infatti, offrire all’utente il risultato più autorevole e apprezzato in materia, così da aumentarne la soddisfazione. Questo valore veniva prima mostrato pubblicamente. Adesso purtroppo Google non permette più di consultarlo ma questo non ci impedisce di lavorarci su per aumentarlo.

La popolarità e l’autorevolezza di un sito web, infatti, viene determinata dal numero di fonti che cita il sito in questione. Un sito autorevole e affidabile, infatti, verrà senz’altro citato da più fonti e Google utilizza questo fattore come cartina di tornasole. Ma come possiamo intervenire per accrescere, allora, la popolarità e l’autorevolezza del nostro sito web?

Attraverso la Link building, ovvero la costruzione di link esterni che rimandino al nostro sito web. Questa operazione può essere messa in pratica grazie all’inserimento nelle directory apposite, alla creazione di comunicati stampa che contengano un link di rimando al nostro sito web e grazie al così detto “scambio di link” (laddove un sito accetta di inserire un link al vostro sito web in cambio di un altro link al suo).

Durante la fase di link building, però, è davvero molto importante tenere sempre a mente che i siti dove vengono inseriti i link trattino tematiche affini alla vostra e centrino in qualche modo con il vostro prodotto. Google infatti non si fa fregare facilmente e sa benissimo che è difficile che un sito di detersivi linki al sito di un dentista o di un avvocato. La pertinenza del link è tra i fattori che vengono considerati da Google per accrescere l’autorevolezza di un sito web o meno. Per questa ragione è importante scegliere siti che siano sempre pertinenti e attinenti.

Allo stesso tempo Google sa che un link dal New York Times o da un blog amatoriale appena pubblicato non sono la stessa cosa e attribuisce, ovviamente, maggiore importanza al primo. Per questa ragione sarebbe auspicabile nel lavoro di link building riuscire a rintracciare siti importanti che si occupano della vostra stessa tematica o di tematiche affini, e chiedere l’inserimento del link in questione.

La corretta esecuzione di questo genere di operazioni può portare ad un netto miglioramento del posizionamento di un sito web e determinare, in alcuni casi, persino il raggiungimento della prima posizione su Google. L’importante, però, è tenere bene a mente queste regole che vi ho appena esposto, per far sì che la link building vada realmente a migliorare il vostro posizionamento su Google e che non determini, invece, una penalizzazione legata a diversi fattori.

Infine non dimenticate che la qualità premia sempre e tenere il vostro sito ben aggiornato, riempiendolo con contenuti nuovi, originali ed interessanti vi ripagherà sicuramente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.