Per TOBi, che è l’assistente digitale di Vodafone, presto saranno estese non solo le funzionalità, ma anche i canali di contatto. E questo dopo che l’operatore di telefonia mobile ha siglato nei giorni scorsi una partnership con la Microsoft che, nello specifico, è finalizzata allo sviluppo dell’intelligenza artificiale al servizio del cliente in accordo con quanto riporta il sito Internet in italiano della società di Redmond.

Assistente digitale di Vodafone TOBi gestirà fino a 10 milioni di contatti mensili

Nel dettaglio, grazie ai servizi cognitivi ed agli strumenti di Business Intelligence and Analytics della società americana quotata in Borsa a Wall Street, l’assistente digitale di Vodafone TOBi, già entro la fine del corrente anno, sarà in grado di gestire fino a circa 10 milioni di contatti con i clienti su base mensile.

Per chi non lo conoscesse, l’assistente digitale di Vodafone TOBi è già presente tra i possibili servizi e canali di assistenza digitali offerti dall’operatore di telefonia mobile. TOBi è già in grado non solo di riconoscere e di interpretare il linguaggio naturale, ma anche di auto-apprendere e di relazionarsi con il cliente anche al fine, al bisogno, di dirottare la conversazione con un consulente specializzato al fine di andare a gestire eventuali problematiche più complesse.

Come viene addestrata la rete neurale di TOBi

Per l’addestramento della rete neurale che sta alla base del funzionamento dell’assistente digitale TOBi, c’è una ‘Neural Network Training Unit’, ovverosia un team di assistenza al cliente della Vodafone che fa leva su una formazione specifica nel campo del Natural Language Processing e del Machine Learning.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.