WhatsApp a pagamento per le aziende, la nuova trovata di Zuckerberg
WhatsApp a pagamento per le aziende, la nuova trovata di Zuckerberg

Attenzione alla truffa via WhatsApp dei buoni sconto. I truffatori informatici, infatti, inviano, attraverso la nota applicazione di messaggistica istantanea, messaggi con link fraudolenti e con i quali si fa presente che sono a disposizione dei buoni sconto. I brand maggiormente presi di mira, in particolare, spaziano da Zara ad Eurospin e passando per la compagnia aerea low cost Ryanair.

Attenzione anche alla truffa, sempre via WhatsApp, sulla carta Postepay emessa dal Gruppo Poste Italiane. In tal caso c’è sempre il link fraudolento e l’invito a controllare la carta ricaricabile in quanto è bloccata. In realtà, invece, l’obiettivo è quello di rubare dati sensibili come la usename e la password al fine di prosciugarci il credito presente sullo strumento di pagamento.

Il messaggio WhatsApp truffa può essere chiaramente acquisito non solo con lo smartphone, ma anche con il PC desktop o con il computer portatile se si sta utilizzando WhatsApp Web. Indipendentemente dal device con cui si acquisiscono i messaggi WhatsApp, si raccomanda di non cliccare su questi link truffaldini e civetta che promettono sconti, spesso sensazionali, ma che invece rischiano solo di infettare il dispositivo con virus e/o malware.

In merito, tra l’altro, che si tratti di smartphone e tablet, oppure di un computer fisso o portatile, si raccomanda non solo di installare sul dispositivo un buon antivirus, ma anche di mantenerlo sempre aggiornato scaricando tempestivamente gli update quando questi sono disponibili. Se i device non sono ad uso aziendale, tra l’altro, sul web è possibile trovare, scaricare ed installare ottimi software antivirus senza quindi dover spendere nemmeno 1 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 5 =