Facebook, Whatsapp e Instagram con problemi per ore: down la galassia Zuckerberg
Facebook, Whatsapp e Instagram con problemi per ore: down la galassia Zuckerberg

Quello attuale dal punto di vista giudiziario sembra essere un momento difficile per il colosso americano Facebook, società dell’omonimo social network, e per il fondatore Mark Zuckerberg. In accordo con quanto rivelato da Der Spiegel, in Germania la Procura di Monaco starebbe indagando proprio sui vertici di Facebook riguardo alla mancata rimozione dal social di contenuti riconducibili ad ‘istigazioni all’omicidio, minacce di violenza, negazioni dell’olocausto e altri crimini’. E tutto ciò nonostante la presenza dei contenuti fosse stata segnalata.

In Germania al riguardo la legge parla chiaro in quanto i contenuti che incitano all’odio, oppure che sono illegali, devono essere tempestivamente rimossi dal social network. Ed invece, sempre in accordo con le rivelazioni di Der Spiegel, alle segnalazioni di rimozione dei contenuti Facebook avrebbe risposto in maniera standard affermando che nel caso indicato quanto presente sul social non desti preoccupazione. Così come per altre segnalazioni la società non avrebbe reagito neanche fornendo una risposta di default.

La società americana, pur non volendo commentare le motivazioni legate al possibile avvio di un’inchiesta in Germania, con una nota ha tenuto a precisare di non aver violato le leggi tedesche, e che ‘Non c’è posto per l’odio su Facebook’. Al riguardo Facebook, in accordo con quanto riportato da LaStampa.it, a Berlino ha un team di 200 persone che si occupa proprio di filtrare tutti quei messaggi e quei contenuti che incitino all’odio razziale, ma è probabile che molto spesso quanche contenuto sfugga ai filtri con conseguenti ripercussioni negative sulla sensibilità dell’opinione pubblica.

Intanto, sempre in materia di contenuti diffusi sui social, in Italia un tribunale ha stabilito che Facebook avrebbe dovuto rimuovere i link e le informazioni relative a Tiziana, la 31-enne di Mugnano, in Provincia di Napoli, che si è tolta la vita dopo la diffusione online a sua insaputa di video hard.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 8 =