Pokemon GO è un’app che piace o non piace, e quando non piace non c’è molto da fare. Al di là dei gusti personali, però, CODACONS ha proposto il blocco del gioco in Italia, ed ha aperto anche un’indagine per valutare il gioco e poi proporre eventualmente in maniera definitiva il blocco dell’app sul territorio italiano. CODACONS è un ente che tutela i consumatori, ed ha deciso che Pokemon GO è un’app molto pericolosa per i suoi utenti. In che senso?

“Giochi di questo tipo rappresentano un pericolo concreto perché vengono utilizzati in qualsiasi momento della giornata e distolgono i giocatori dalla dovuta attenzione verso la strada e l’ambiente circostante” ha sostenuto Carlo Rienzi, presidente dell’ente, in una nota ufficiale rilasciata dal CODACONS. Insomma, Pokemon GO è pericolosa sia che si vada in macchina, sia in bici sia che si vada a piedi, che è poi la modalità che il gioco prevede. “Pensiamo a chi usa l’App alla guida di una automobile, ma anche a pedoni e ciclisti a caccia di Pokemon che rischiano di essere investiti perché intenti ad osservare lo schermo del cellulare e non il marciapiede, le strisce pedonali e la strada dove camminano” sostengono dal CODACONS.

Quindi, per la sicurezza degli utenti, CODACONS ha deciso: “Alla luce degli ultimi incidenti registrati in Italia abbiamo deciso di presentare un esposto alla Procura di Roma, affinché apra una indagine per “attentato alla sicurezza dei trasporti” e verifichi se l’applicazione in questione possa rappresentare un pericolo ai sensi del Codice della Strada”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove − 6 =