Multa milionaria a Facebook in Brasile, da parte di un giudice, per punire la mancata collaborazione del social a delle indagini penali. La multa del giudice dello stato federale di Amazonas per Facebook è stata di ben 11,5 milioni di dollari. Il procuratore Alexandre Jabur ha detto di Facebook: ““Facebook ha dimostrato un enorme disprezzo per le istituzioni brasiliane, in particolare per i tribunali, pubblici ministeri e polizia a non soddisfare gli ordini”.

Da sempre il social e le autorità brasiliane mostrano un rapporto molto conflittuale e scostante. Sono già tre i blocchi di WhatsApp, popolare app di messaggistica che appartiene proprio a Facebook, imposti dalla magistratura brasiliana perché non c’è collaborazione alle indagini. Da quando poi l’app WhatsApp è stata dotata di un sistema di crittografia che protegge le conversazioni degli utenti, ogni tentativo di accesso è impossibile.

Il sistema di crittografia è pensato per tenere alla larga pirati informatici, ma il problema si pone quando alla magistratura servano elementi per un’indagine penale. Facebook si è sempre rifiutata di collaborare ed adesso ne paga le conseguenze. I portavoce di WhatsApp in Brasile si sono sempre messi contro la decisione della magistratura di sospendere il servizio, che causa disagi alla popolazione.