Skype

La condanna per Windows Phone sembra essere stata firmata da Microsoft e l’avvisaglia ce l’ha data proprio Skype visto che, a breve, non sarà più disponibile per il vecchio sistema operativo del colosso informatico di Redmond visto che questo software è stato acquistato dalla stessa azienda statunitense. Microsoft aveva già fatto sapere in modo più o meno chiaro che Windows Phone non faceva più parte dei pianin aziendali. Questa decisione sembra abbastanza sensata perché Microsoft deve investire notevoli risorse nello sviluppo di Windows 10 Mobile ma in questo modo vengono abbandonati milioni di utenti che posseggono uno smartphone con questo sistema operativo e per un motivo o per un altro non hanno intenzione di cambiare smartphone.

Ebbene si, molti utenti di Windows Phone sono rimasti “intrappolati” per le specifiche restrittive per accedere a Windows 10 Mobile.  Tutti conoscono il passo indietro effettuato dal colosso di Redmond che bloccò tutti i dispositivi mobili con meno di 1 GB di RAM nel “fantastico mondo” di Windows 10 Mobile, si parla di circa il 50% di dispositivi mobili attualmente usati non hanno i requisiti minimi per accedere a questo sistema operativo. Il discorso quindi, per ora, si pone per Skype che tra non molto tempo perderà il supporto ma lo stesso problema si riproporrà, molto probabilmente per altre applicazioni.

Windows Phone sta perdendo mercato in tutto il mondo e la decisione di eliminare il supporto per Skype sicuramente non migliorerà questa situazione. Ma se questa dovesse essere un’operazione per far mutuare questi utenti in Windows 10 Mobile è possibile che questo calcolo sia stato fatto troppo velocemente. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento.