La scorsa settimana, tutti i clienti BlackBerry si sono trovati in mezzo ad una brutta situazione: infatti c’è stato un vero e proprio blackout dei servizi relativi ai BlackBerry. Gli utenti non potevano accedere ad internet tramite il loro dispositivo RIM e non potevano scaricare i messaggi di posta elettronica: in sostanza il proprio BlackBerry era diventato una sorta di normalissimo telefono GSM. Un problema che si è verificato in tutto il mondo, secondo le prime stime ha coinvolto quasi la metà degli utenti RIM. Un blackout di tre giorni che ha costretto parecchi utenti a dover fare a meno dei servizi principali dei BlackBerry. Dopo essersi scusata ed aver ripristinato il servizio, l’azienda canadese RIM ha deciso di offrire gratuitamente ai propri abbonati qualcosa per farsi “perdonare”. Un interessante pacchetto di applicazioni, che saranno rese disponibili nelle prossime settimane su BlackBerry App World, fino al 31 dicembre 2011, ovviamente in maniera gratuita. La lista delle App comprende:
– SIMS 3 – Electronic Arts
– Bejeweled – Electronic Arts
– N.O.V.A. – Gameloft
– Texas Hold’em Poker 2 – Gameloft
– Bubble Bash 2 – Gameloft
– Photo Editor Ultimate – Ice Cold Apps
– DriveSafe.ly Pro – iSpeech.org
– iSpeech Translator Pro – iSpeech.org
– Drive Safe.ly Enterprise – iSpeech.org
– Nobex Radio™ Premium – Nobex
– Shazam Encore – Shazam
– Vlingo Plus: Virtual Assistant – Vlingo
Un bel paccehetto di app dunque, ma non è tutto: RIM offrirà anche un mese di supporto tecnico gratuito. Infatti chi ha un contratto di supporto tecnico vedrà allungata la procedura per un mese in più, mentre chi non aveva un contratto, avrà la possibilità di provare gratuitamente, per un mese, il servizio BlackBerry Technical Support Services. Mike Lazaridis, Co-CEO di RIM, ha così commentato. “Siamo grati alla nostra fedele clientela BlackBerry per la sua pazienza. Ci siamo scusati con i nostri clienti e lavoreremo senza sosta per recuperare la loro fiducia. Abbiamo attivato procedure forti ed immediate per prevenire qualsiasi altro inconveniente del genere in futuro.”