Il successo delle piattaforme virtuali di clouding, dove è possibile inserire qualsiasi tipo di file, è sotto gli occhi di tutti: un nome su tutti, Dropbox. Il portale permette ad ogni utente di depositare gratuitamente (con evidenti limiti di spazio) file audio, video, immagini, archivi, documenti e quant’altro possa tornare utile avere online, pronto da scaricare su qualsiasi altro computer e dunque condivisibile con gli amici. Google ha molto apprezzato questo sistema ed ha pensato bene di entrare in questo tipo di mercato. Nelle prossime settimane, il gigante di Mountain View potrebbe infatti inaugurare un nuovo sistema di storage targato Google. Si parla sempre con maggiore insistenza infatti del possibile arrivo di GDrive: un portale dove sarà possibile inserire file un po’ come avviene su Dropbox, che a questo punto trova un degno concorrente. GDrive potrebbe addirittura prendere corpo fisicamente anche nei nostri computer, grazie all’arrivo di un programma, un client che agevolerà tutti gli utenti nel download e nell’upload dei file. E non è escluso che questo client possa essere ben presto reso compatibile con la piattaforma Android, ma sopratutto con la nuovissima piattaforma Chrome OS. Infatti sarebbe sicuramente il nuovo centro d’archiviazione online del nuovo sistema operativo Google Chrome OS, che potrebbe addirittura adottarlo come nuovo sistema cloud.

1 COMMENT

  1. iCloud di Apple sarà tutto un altro mondo. Molto meglio se uno ha dispositivi mobili apple. Se no dropbox sempre valido. Google è indietro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.