Facebook ed il Giappone non stringono amicizia: è questo il dato che emerge da alcune ricerche dei centri sondaggistici locali. Infatti i giapponesi non sembrano gradire l’invasione di privacy di Facebook, inoltre la concorrenza in Giappone è molto alta. Ma andiamo con ordine. Intanto il dato che riguarda più in generale Facebook è il seguente: con l’inizio del 2011, si è superata quota 583 milioni di iscritti, un numero che va crescendo di giorno in giorno. Di questi 583 milioni, il paese del Sol Levante conta soltanto 2 milioni di iscritti, una quota bassissima: infatti è il 2% della popolazione giapponese, una bassa percentuale fra i giapponesi iscritti a tutti i social network. Come mai Facebook non attira i giapponesi? Probabilmente una questione di privacy: i social network che vanno più forte nel Sol Levante, sono dei portali con iscrizione quasi anonima, dove vengono nascosti faccia e dati personali, dove ci si parla per nickname. In ogni caso il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ha intenzioni serie: sta per preparare una forte campagna pubblicitaria in Giappone per aumentare il numero degli iscritti. Vedremo se Zuckerberg riuscirà a far breccia nelle passioni dei tanti giapponesi, dato che questo è un mercato molto importante per quello che riguarda computer e social network.