L’anno nuovo ha in serbo una importante novità per tutti coloro che utilizzano Google Docs, la piattaforma che potremmo definire come una suite Office online di Google. Era già possibile caricare diversi tipi di file, ma non ancora i video. Su Google Docs infatti vengono effettuati principalmente dei caricamenti di tipo scritto, ossia documenti, fogli di calcolo, presentazioni. Era già comunque possibile archiviare altri tipi di file, una sorta di spazio di backup online, ma non era ancora possibile mettere dei video. Adesso è possibile, ma con delle limitazioni: una su tutte lo spazio, il video non potrà superare 1 GB. Anche lo spazio generale sarà limitato, perchè Google ha in tasca un altro asso, stavolta meno positivo però: infatti sarà possibile ampliare lo spazio d’archiviazione, ma a pagamento, con tariffe che vanno dai 5 dollari ai 256 dollari all’anno, in proporzione con lo spazio che vi verrà messo a disposizione. Per caricare i video possiamo o trascinarli nella finestra (ma solo con i browser Firefox, Chrome e Opera) oppure utilizzare l’apposito pulsante Carica. Il portale riconosce e supporta solo queste estensioni video:
WebM(Vp8 video codec e Vorbis Audio codec)
– .MPEG4, 3GPP e MOV – (h264 e mpeg4 video codecs e AAC audio codec)
.AVI
.MPEGPS (MPEG2 video codec e MP2 audio)
.WMV
.FLV (Adobe – FLV1 video codec, MP3 audio)