Durante il mese di luglio, si era tenuta la conferenza “Black Hat” e Charlie Miller, esperto di sicurezza, aveva parlato di alcune falle dei prodotti Adobe, ossia Acrobat e Reader. Ovviamente Miller non è sceso nei dettagli, ma ha spiegato come questa vulnerabilità fosse collegata ad un errore della gestione delle fonti di carattere. Miller ha inoltre spiegato come questa falla fosse già stata trovata da parte di Tavis Ormandy, un altro esperto di sicurezza, ma che la Adobe non aveva preso sul serio la sua scoperta. Ma le problematiche erano due: infatti sempre nel mese di luglio, era venuto fuori un altro problema di sicurezza: grazie ad una lacuna, un aggressore poteva eseguire un programma da un file .pdf. Dunque si è resa necessaria una nuova patch, fuori programma: infatti dopo l’aggiornamento di giugno, il prossimo update programmato era fissato già per ottobre, appuntamento che resta comunque confermato. Dunque la Adobe si è trovata costretta ad un fuori programma, chiedendo a tutti gli utenti che usano Reader ed Acrobat di aggiornare i loro software. Infatti non solo le nuove versioni di Reader 9.3.3, Acrobat 9.3.3, Adobe Reader 8.2.3 e Acrobat 8.2.3, sono quelle coinvolte, ma anche le versioni precedenti. Potrete aggiornare i vostri software la prossima settimana, infatti la release è stata annunciata ma verrà resa disponibile solo a fine mese.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.