Ci sono molte novità nel pentolone di Google Chrome: una taglia per chi scova i bug, alcuni bug fixati ed una mini-tassa per inserire le estensioni. Andiamo con ordine! Lo staff di Google Chrome lavora senza soste per rendere maggiormente sicuro il browser, chiaramente ogni tanto qualche piccolo bug può sfuggire. Quando viene “scovato”, viene subito rilasciato un aggiornamento, che ovviamente migliora la stabilità del browser e la sua sicurezza. Infatti i bug sono delle falle che gli hacker potrebbero cercare di sfruttare per inserirsi nel vostro pc e danneggiarlo. A tal proposito è stato appena rilasciato un aggiornamento che vi consigliamo di installare! Quando un utente scova un bug, può subito segnalarlo allo staff di Google: aiuterà la comunità che usa Chrome e in più verrà ricompensato in denaro. Non male! Passiamo all’ultima novità in questione: l’inserimento di una tassa sul portale Google Extension. I nuovi produttori di estensioni o temi per Chrome dovranno pagare 5 dollari al momento della registrazione: ciò servirà ad allontanare gli hacker. Infatti pagare 5 dollari ogni nuova iscrizione, potrebbe rivelarsi abbastanza costoso, dunque gli hacker dovrebbero restare alla larga dalla piattaforma Google Extension. I vecchi utenti, coloro che hanno già inserito delle estensioni o temi per Chrome non dovranno pagare nulla. A fine anno inoltre partirà la piattaforma a pagamento vera e propria: il Chrome Web Store. Un negozio online dove verranno pubblicizzate e vendute estensioni per Chrome.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + quattordici =