chrome-mac-os

La primissima versione di Google Chrome è stata resa disponibile al grande pubblico nel lontano Agosto 2008, ma, da allora, il browser made in Google è stato disponibile sempre e solo per Windows (XP, Vista e 7), ma mai per Mac OS X.

Google però non si è dimenticata di un sistema operativo così importante ed utilizzato nel mondo (attualmente circa il 10% del mercato) e che, soprattutto, sta accrescendo il proprio successo scalzando l’egemonia di Microsoft: semplicemente i Google Labs vogliono fare un lavoro eccellente, come per tutti i loro prodotti, e, si sa, per fare bene serve tempo. E così da ormai parecchi mesi è disponibile la Developer Release, per sviluppatori e tester, che, soprattutto inizialmente, ha creato parecchi problemi in quanto non era ancora stabile. Ora però l’ho riprovata e mi sembra che abbia raggiunto davvero un livello di sviluppo eccellente: non si blocca, non crasha e, soprattutto, è velocissimo.

Ma perchè un utente Mac, abituato col già ottimo Safari, dovrebbe usare Chrome? Confrontandoli, per ora, non noto grosse differenze in termini di velocità: sono entrambi delle schegge. Anche in termini di eleganza dell’interfaccia siamo pari merito: per quanto siano due concetti di stile sostanzialmente diversi, sono entrambi molto belli, e forse proprio qua sta la differenza tra i due browser.

Maestoso ed imponente, con tante opzioni ed effetti scenici, in puro stile Apple, è Safari. Semplice ed intuitivo, con pochi pulsanti e la possibilità di cambiare tema, è Chrome. I due browser riflettono quindi la personalità dell’utente: non sarò io a dirvi quale sia il migliore tra i due, dovrete essere voi a scegliere quello più adatto a voi stessi.

Google Chrome per Mac OS X è scaricabile a questa pagina.

P.S. Ho volontariamente escluso Firefox per Mac, outsider a causa della sua accentuata lentezza.