seven

Pare si possa intravedere finalmente uno spiraglio di luce nel lungo tunnel che sta portando alla decisione di implementare o meno Internet Explorer 8 nel prossimo sistema operativo Microsoft. Ecco un breve riassunto della questione: l’Antitrust europea, nel mese di Maggio, ha deciso che Microsoft ha fatto un uso scorretto della propria posizione di leader nell’imporre, all’acquisto di Windows, l’uso di Internet Explorer. E’ stata così sanzionata e costretta a non inserire Internet Explorer nella futura realease di Seven. In seguito si è parlato di una possibile distribuzione di Internet Explorer 8 come CD allegato a Windows. Ora, invece, pare che Microsoft ed Antitrust Europa abbiano raggiunto un accordo.

Secondo quanto trapelato fino ad ora, infatti, pare che l’accordo consista nel permette al consumatore, al primo avvio del sistema operativo, di scegliere quale browser internet installare come predefinito. Ancora però non ci è dato a sapere quante e quali saranno le alternative, dal momento che attualmente i browser più utilizzati al mondo sono ben 5: Explorer, Firefox, Chrome, Safari ed Opera.

In ogni caso pare che finalmente questa sia la decisione definitiva, anche perchè, con Windows Seven in uscita in Europa al 22 di Ottobre, Microsoft deve iniziare a produrre i DVD di installazione del nuovo sistema da immettere sul mercato europeo, e non può iniziare senza sapere prima come comportarsi con i Browser.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 1 =