Facebook, Mark Zuckerberg pubblica un lungo post di fine anno
Facebook, Mark Zuckerberg pubblica un lungo post di fine anno

Per Facebook si sta per chiudere un 2018 che, di sicuro, non sarà di certo ricordato come l’anno migliore di sempre per la società dell’omonimo social network tra attacchi hacker, problemi legati alla privacy e scandali di portata planetaria come quello legato al caso Cambridge Analytica sull’utilizzo dei dati degli utenti di Facebook per fini elettorali.

Facebook, si chiude un 2018 difficile anche in Borsa a Wall Street

La conferma delle difficoltà di Facebook per il 2018 è arrivata direttamente dal Nasdaq considerando che il titolo della società di Menlo Park, rispetto ad un massimo storico a 218,62 dollari, venerdì 28 dicembre del 2018 ha archiviato gli scambi a Wall Street a $ 133,20 per azione.

Il co-fondatore della Facebook Inc. Mark Zuckerberg ha pubblicato un lungo post di fine anno in cui ha fatto presente, tra l’altro, come la società sia impegnata a risolvere i problemi sorti nel corso del 2018, ma nello stesso tempo ha messo le mani avanti nell’affermare che per risolverli non servirà il tempo di un anno, e che criticità come quelle legate all’incitamento all’odio ed alle interferenze elettorali potranno essere contrastate ma mai completamente risolte.

Facebook, misure di durata pluriennale per la revisione dei sistemi

Per la revisione dei propri sistemi, non a caso, Mark Zuckerberg ha fatto presente che la società ha messo a punto dei piani che, aventi una durata pluriennale, andranno ad interessare non solo le questioni relative alla sicurezza ed alla privacy, ma anche alle interferenze nei processi elettorali.

Il 2018, inoltre, per la Facebook Inc. è stato difficile anche dal fronte manageriale considerando che sono usciti dall’orbita della società di Menlo Park prima i fondatori di WhatsApp, e poi Kevin Systrom e Mike Krieger che sono stati i fondatori di Instagram.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.