Le società del gruppo Apple e del gruppo Samsung hanno realizzato pratiche commerciali scorrette in merito agli aggiornamenti software. A rilevarlo, a seguito di due complesse istruttorie, è stata l’AGCM, Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, che ha multato le due società. E questo perché, in base ai rilievi dell’Antitrust, con il rilascio degli aggiornamenti software sono stati violati gli articoli 20, 21, 22 e 24 del Codice del Consumo in quanto gli update non solo hanno procurato agli utenti dei ‘gravi inconvenienti’, ma hanno pure ‘ridotto le funzionalità di alcuni cellulari’.

Vecchi cellulari Apple e Samsung, riduzione significativa delle prestazioni con gli aggiornamenti

In pratica, secondo l’Autorità, gli aggiornamenti del firmware dei cellulari, generando una riduzione significativa delle prestazioni, hanno contribuito ad accelerare il processo di sostituzione degli stessi, ovverosia hanno indotto i clienti a dover comprare un nuovo dispositivo. Tutto ciò si è verificato in quanto i dispositivi non erano in grado di supportare in maniera adeguata l’aggiornamento software.

Ed al riguardo l’Antitrust ha rilevato carenza, da parte di Apple e Samsung, nel fornire adeguate informazioni sui rischi legati agli aggiornamenti del firmware dei cellulari, così come non hanno fornito ‘alcun mezzo di ripristino delle originarie funzionalità dei prodotti’.

Multe Agcm a Samsung ed Apple per complessivi 15 milioni di euro

Le multe che sono state inflitte dall’Antitrust sono pari a 10 milioni di euro per la società di Cupertino, in ragione di due pratiche commerciali scorrette rilevate, e di 5 milioni a carico della Samsung. Le sanzioni inflitte, precisa altresì l’AGCM con un una nota, sono pari al massimo edittale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.