Chi non vorrebbe arredare la propria cucina come quelle di un catalogo di arredamento, dotata di tutti gli elettrodomestici per velocizzare i tempi di cottura e conservare tutti i manicaretti preparati con amore. Del resto, il frigorifero, da incasso o libero, è un elettrodomestico fondamentale per questa stanza: ma è il caso di affidarsi alla Rete e comprarlo online?

Elettrodomestici cucina online

Di solito, quando si arreda casa, si acquistano i mobili con elettrodomestici compresi nel prezzo, pensando al prezzo conveniente ma non alla funzionalità a lungo termine. Con il rischio di ritrovarsi elettrodomestici grandi che non soddisfano le proprie esigenze. Ci si accontenta di quelli da incasso, ma si può richiedere di avere elettrodomestici a libera installazione, dal forno con piano cottura, al frigo.

Il frigorifero è forse l’elettrodomestico a libera installazione più famoso e conosciuto: si è evoluto e si può comprare online sui siti degli esercizi commerciali che adottano questo tipo di vendita, come Quareco. Quando una persona decide di acquistare elettrodomestici online, il sito deve avere una funzione fondamentale, vale a dire il confronto dei prezzi e delle caratteristiche di un dato prodotto. Ad esempio, la capacità, il materiale o se è da incasso o libera installazione, o se è un elettrodomestico a basso consumo. Il pagamento avviene online con i migliori metodi e, in qualche caso, si possono richiedere servizi aggiuntivi, sempre a pagamento.

Frigorifero, chi lo compra su Internet

Il frigo è un elettrodomestico fondamentale per una cucina. Del resto, è importante per conservare i cibi quando le alte temperature non permettono altre maniere di preservazione della loro integrità e delle loro caratteristiche nutrizionali. Secondo i vari dati statistici, è questo il prodotto più venduto online in Italia, tanto che questa tendenza sembra positiva anche per il 2018.

L’acquisto online di un frigo può creare un po’ di imbarazzo e diffidenza, nonostante siano gli elettrodomestici più ricercati sul web, tanto che sono al quarto posto in Italia. Un noto portale di comparazione prezzi sottolinea che sono gli uomini col 59,7% che sono molto interessate, mentre le donne il 40,3%. Il nuovo frigo attira molto persone dai 35 ai 54 anni, utilizzando un computer allo scopo di confrontare i prezzi su Internet, mentre il 37,3% utilizzano lo smartphone.

La fondamentale necessità, che vale sia per il frigorifero, sia per ogni altro elettrodomestico, è trovare un frigorifero che abbia la giusta collocazione all’interno dello spazio domestico. Bisogna misurare lo spazio, ovvero appuntarsi la larghezza, la profondità e il lato di apertura porte in caso essa sia doppia. Poi, si possono visionare le varie opzioni, tenendo conto di ciò che offre il mercato: dai modelli a risparmio energetico, a quelli con congelatore integrato, o con la funzione defrost e i modelli retrò.

Incasso o libera installazione

L’antico dilemma quando si arreda una cucina è il seguente: meglio elettrodomestici esterni o incassati? Se per il piano cottura e il forno si può fare una eccezione e sceglierli da incasso, per quanto riguarda il frigorifero ci sono sempre delle lotte in merito.  Il frigo a free standing ha caratteristiche molto simili a quelle di uno da incasso, solamente che quest’ultimo è un elettrodomestico progettato per essere integrato in un mobile cucina pre-esistente, mentre il secondo va posto in uno spazio libero. Può esserci una differenza di prezzo, perché di solito gli incassati costerebbero di più di quelli liberi, ma non è neanche detto.

Inoltre, non è assolutamente vero che il frigorifero da incasso duri meno di quello libero, perché comunque ci sono frigoriferi incassati che durano oltre 40 anni, quindi hanno superato il limite di funzionamento garantito. Un frigorifero a libera installazione potrebbe durare di più o di meno, dipende dall’uso e dalla manutenzione effettuata. Comunque, un frigorifero in generale ha 15 anni di autonomia,  le case produttrici sono concorde nel dire che è questa la vita media dell’elettrodomestico.

Ovviamente, bisogna saper affidare il montaggio ad esperti nel caso dell’incassato, in quanto l’errato posizionamento all’interno della colonna contenitiva o la rottura del compressore potrebbero causare malfunzionamenti. Esso ha bisogno di una corretta aerazione, quindi si dovranno posizionare delle griglie sullo zoccolo della cucina e tenere aperto il vuoto sanitario, ovvero il vano sul retro che si utilizza per il ricircolo dell’aria. Tuttavia, si preferisce incassato solamente per un fatto estetico, ovvero per integrarlo allo stile di arredamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.