Netflix, streaming online crolla a Wall Street
Netflix, streaming online crolla a Wall Street

Quello di ieri, lunedì 16 luglio del 2017, è stato un pomeriggio di passione per Netflix, Inc. (NFLX), il colosso dei film e delle serie Tv in streaming online. La società, che è quotata a Wall Street, è stata infatti presa di mira dagli investitori dopo la chiusura ufficiale del mercato azionario, e dopo che il titolo era riuscito a chiudere in rialzo di poco più dell’1% a $ 400,48. Sull’after hours, invece, Netflix ha perso quasi dodici punti percentuali a $ 353 circa dopo aver riportato, per il secondo trimestre fiscale del 2018, dati inferiori alle attese.

Nuovi abbonati Netflix al di sotto delle attese nel Q2 2018

Il mercato ha accolto con sfavore il dato sui nuovi abbonati che, nel secondo trimestre fiscale del 2018, si sono attestati a quota 5,2 milioni, ovverosia sotto di ben 1 milione rispetto ai 6,2 milioni stimati dalla stessa società nello scorso mese di aprile.

Nel dettaglio, per un totale di 5,2 milioni di nuovi abbonati, Netflix ha acquisito 4,47 milioni di clienti internazionali, e 670 mila clienti domestici, ovverosia negli Stati Uniti, mancando clamorosamente le stime posizionate, rispettivamente, a 5,9 milioni ed a 1,2 milioni di nuovi abbonati.

Utili e ricavi Netflix a due velocità

Per quel che riguarda invece il fatturato, Netflix nel Q2 2018 ha riportato un giro d’affari a $ 3,91 miliardi, ovverosia leggermente al di sotto dei $ 3,94 miliardi attesi dal mercato in accordo con quanto riportato da FactSet. Gli utili invece, a $ 0,85 per azione, si sono attestati oltre i $ 0,79 per azione pronosticati in media dagli analisti di Wall Street. ‘Forte ma non stellare’. E’ così che ha definito Netflix il secondo trimestre fiscale del 2018 in una lettera agli azionisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.