Fake news social network, utenti più diffidenti nel leggere le notizie
Fake news social network, utenti più diffidenti nel leggere le notizie

Nessuna notizia su Internet andrebbe mai presa per oro colato. Il trucco, per verificare ed accertare i fatti, è quello di confrontare sulla stessa notizia almeno 2, meglio 3 fonti autorevoli, ma quando la notizia viene letta dai social network il tasso di diffidenza da parte degli utenti è in palese crescita.

Leggere le notizie sui social media, utenti sempre più guardinghi

Questo è quanto emerso, tra l’altro, dal Digital News Report 2018 di Reuters che pone l’accento sul fatto che è in discesa l’utilizzo dei social media, da parte degli utenti, con la finalità di lettura delle notizie.

Tutto ciò, in prevalenza, si sta verificando per le seguenti tre cause: il ‘linguaggio tossico’ degli utenti sui social media, il diffondersi delle ormai note fake news, ed il recente scandalo che, sulla privacy, ha coinvolto Cambridge Analytica e Facebook.

Fiducia news crolla dal 44% al 23% sui social network

Dal Digital News Report 2018 di Reuters, inoltre, è emerso che il 44% degli utenti si fida in generale delle notizie, ma se la news è presente su un social media, allora la percentuale crolla al 23%. Con la conseguenza che, rispetto ai social network, sempre più utenti per leggere notizie di qualità si affidano a piattaforme online alternative.

Intanto la Coldiretti rivela come le false notizie non siano collegate solo ai fatti di attualità ed alla politica, ma anche al cibo tra il grido ‘no latte’ e passando per le ‘uova killer’ e per la demonizzazione della carne a partire dalla bistecca. Secondo l’Organizzazione degli agricoltori, infatti, sul web si cavalcano le tendenze salutiste e nello stesso tempo si specula facendo leva sulle ansie ipocondriache.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.