Amazon batte Google prima di comprare online, indagine Doxa
Amazon batte Google prima di comprare online, indagine Doxa

Comprare su Amazon è semplice e comodo, e molto spesso anche conveniente. Lo shopping online sul sito della società di Jeff Bezos, anche in Italia, è tale che il cliente può avvantaggiarsi, ad esempio, della consegna con data garantita ma anche delle spese di spedizione azzerate, sui milioni di prodotti, se si è abbonati al servizio Amazon Prime.

Stretta di Amazon contro gli indecisi secondo il WSJ

Pur tuttavia, se lo shopping online diventa compulsivo, e si restituiscono indietro troppi prodotti acquistati, è alto il rischio di vedersi chiuso l’account. Questo è quanto, tra l’altro, riporta il Corriere.it citando le indiscrezioni riportate da Wall Street Journal che ha rivelato come Amazon abbia sostanzialmente adottato una stretta contro gli indecisi.

Secondo quanto riportato dal WSJ, proprio nei confronti degli utenti Amazon che restituiscono troppi articoli acquistati, la società di Jeff Bezos avrebbe chiuso gli account ed i profili senza fornire in merito alcuna spiegazione. Tecnicamente non c’è un numero massimo di acquisti che si possono rifiutare, ma nello stesso tempo Amazon nelle condizioni d’uso mette in evidenza come, a propria discrezione, possa chiudere l’account dell’utente.

Mossa anti-abusi di Amazon circoscritta agli Stati Uniti

La mossa contro gli abusi da parte di Amazon, riporta altresì il sito Corriere.it, non riguarderebbe per il momento gli utenti che sono residenti in Italia, ma i cittadini statunitensi e comunque, si stima, limitatamente solo a chi proprio nel fare shopping online esagera con la restituzione dei pacchi che vengono inviati dalla società di Jeff Bezos a mezzo corriere spesso con consegna anche in sole 24 ore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.