Netflix, streaming online crolla a Wall Street
Netflix, streaming online crolla a Wall Street

Dal corrente mese di aprile del 2018 è applicabile un nuovo regolamento europeo a favore dei consumatori, ed in particolare per coloro che sono abbonati a servizi di streaming online di film, calcio e serie Tv.

Regolamento Ue applicabile per gli abbonati a Sky, Premium e Netflix

Trattasi, in accordo con quanto è stato riportato dall’Associazione Adoc, del regolamento UE 2017/1128 che abilita la visione in streaming degli abbonamenti anche all’estero, ovverosia fuori dai confini nazionali dove il servizio è stato sottoscritto dal residente.

I servizi interessati al nuovo regolamento Ue, tra gli altri, sono quelli di Sky, attraverso l’app Sky Go, ma anche di Mediaset Premium con Premium Play, Infinity, Timvision, Netflix ed Amazon Prime che dovranno essere visibili anche all’estero per l’utente che varca i confini nazionali per motivi di svago, di viaggio, di lavoro o di studio.

Streaming online all’estero, resta necessario l’accesso ad Internet

Nessun cambiamento, con il nuovo regolamento Ue, scatta invece per i servizi della Apple in quanto la portabilità territoriale era già attiva ed operativa prima dell’entrata in vigore delle nuove norme sul territorio del Vecchio Continente. Oltre alla presenza dell’utente all’estero, per i motivi sopra indicati, la visione in streaming online dei servizi fuori dai confini nazionali è chiaramente subordinata al possesso, da parte dell’utente, di un accesso ad Internet.

In accordo con i dati al 2016 che sono stati diffusi dall’European Broadcasting Union (EBU), nel Vecchio Continente l’11% circa delle famiglie era in possesso di almeno un abbonamento a servizi di video on-demand. Inoltre, si stima che la percentuale sopra indicata sia destinata a raddoppiare entro il 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.