Google Trends Italia 2018, ecco le top ricerche sul web
Google Trends Italia 2018, ecco le top ricerche sul web

Google Immagini, il sistema più completo per la ricerca di foto sul web, presenta ora un meccanismo che è finalizzato a contrastare le violazioni del copyright. La funzione ‘vedi immagine’, infatti, è scomparsa con la conseguenza che, per vedere la foto, occorre ora andare direttamente sulla pagina web di origine.

Visualizzazione foto Google Immagini, porte chiuse ai bot

In accordo con quanto è stato riportato da LaStampa.it, con la scomparsa del bottone di visualizzazione della foto in una pagina a parte del browser si chiude la porta di accesso ai tanti bot che, a caccia di illustrazioni e di fotografie, scandagliano senza sosta la rete Internet.

L’accesso diretto alla pagina web originale, dove è presenta la foto, non offre chiaramente una protezione certa sul rispetto del copyright, ma molti siti web in tal senso stanno iniziando ad evitare di inserire sulle pagine le immagini con estensione PNG e JPG, e stanno optando invece per l’inserimento di foto aventi dei formati che non sono salvabili con il browser.

Google Image Search come funziona

Lanciato nel mese di dicembre del 2001, Google Image Search, noto anche come Google Immagini, è un servizio gratuito di Google che permette di effettuare ricerche di immagini attraverso tutta una serie di filtri che spaziano dalla lingua all’area geografica, e passando proprio per i diritti di utilizzo, da zero filtri in base alla licenza e fino ad arrivare alle foto utilizzabili, condivisibili o modificabili liberamente, anche a scopo commerciale. Con la scomparsa del bottone ‘visualizza’, le opzioni che si possono scegliere ora per ogni foto sono ‘Visita’, ‘Salva’, ‘Immagini Salvate‘ e ‘Condividi’.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.