Passaggio ad altro operatore cellulare, scoppia la guerra delle schede Sim
Passaggio ad altro operatore cellulare, scoppia la guerra delle schede Sim

Nonostante sia oramai largamente diffuso l’uso di Whatsapp e di altri servizi di messaggistica istantanea, l’Sms inviato con il cellulare ancora resiste e rappresenta ancora per molti il modo più comodo per comunicare rapidamente ed in maniera discreta con i propri contatti. Si torna a parlare di Sms in questi giorni in quanto tra pochi giorni il ‘messaggino’ compie 25 anni in accordo con quanto è stato riportato da IlFattoQuotidiano.it.

Risale infatti al 3 dicembre del 1992 il lancio del primo Sms che al tempo verso un telefonino fu inviato da un personal computer. Ed in quel dato momento non si poteva chiaramente prevedere non solo il successo dell’Sms, ma anche dei servizi di telefonia mobile che al giorno d’oggi sono sempre più evoluti e tagliati su misura per gli utenti.

Nel dettaglio, con scritto ‘Merry Christmas‘, fu il dipendente della Vodafone Neil Papworth ad inviare il primo Sms della storia dal proprio PC al cellulare di un collega collegato attraverso la rete mobile Gsm. L’invio da PC all’epoca non fu casuale in quanto, ancora privi di tastierino numerico, non era possibile inviare gli Sms con i cellulari. Solo l’anno successivo, infatti, fu possibile inviare Sms da telefonino a telefonino e con Riku Pihkonen, cittadino finlandese e stagista della Nokia, che fu il primo a compiere tale operazione.

Prima dell’arrivo delle app di messaggistica, il mercato degli Sms è prima esploso negli anni ’90 e poi, nel diventare un vero e proprio fenomeno di massa, ha raggiunto il picco nell’anno 2007 quando negli Stati Uniti il numero dei messaggini inviati per la prima volta superò quello delle telefonate effettuate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.