In tanti, in una o più occasioni, hanno sentito parlare dei fantastici micro auricolari, magari da amici, colleghi o parenti, oppure sul web mentre cercavano una soluzione rapida che consentisse loro di fare una bella figura a lavoro, di sostenere un bel discorso davanti ad una grande platea o di passare finalmente “quel maledetto esame universitario”.

I micro auricolari basano il loro funzionamento su due tipi di tecnologie, possono essere infatti ad induzione (con cavo) o possono basare il proprio meccanismo su un collegamento bluetooth. In quest’ultimo caso si parla dei dispositivi più discreti, in quanto appunto non necessitano di collegamenti fisici, cavi o quant’altro.

Attualmente tra i più apprezzati sul mercato è annoverabile senza dubbio il kit bluetooth con micro auricolare nano, dispositivo di ridottissime dimensioni da inserire nell’orecchio, collegato ad una collana molto sottile, dell’ordine di pochi millimetri di spessore, quindi molto facile da tenere nascosta sotto gli indumenti e che basa il proprio funzionamento sulla già menzionata tecnologia bluetooth.

Le prestazioni di questi kit sono al di sopra degli standard, a detta di molti in grado di riprodurre persino i sussurri. I kit associano ad un’ottima qualità del suono una invisibilità quasi assoluta, includendo ovviamente i vari tasti di accensione/spegnimento, volume e risposta alle chiamate.

Qual è il micro auricolare più adatto alle singole esigenze?

Navigando su internet ci si accorge di quanto vasto sia il mondo dei micro auricolari. Questo probabilmente, come sempre succede, è lo specchio delle effettive esigenze di mercato e riflette perciò i bisogni dei singoli consumatori.

Non esiste un prototipo di utilizzatore, i motivi per cui si pensa ad un micro auricolare sono tantissimi e quando si decide di acquistare ci si deve innanzitutto chiedere quali caratteristiche siano essenziali e cosa il mercato offra all’interno di quella nicchia definita.

A questo punto, in particolar modo se si opta per acquistarli online, è bene sincerarsi della presenza di recensioni scritte dai precedenti acquirenti, per valutare l’affidabilità e la bontà del prodotto e di assicurarsi che sia offerta la garanzia soddisfatti o rimborsati.

Fatto ciò si passa alla presa in esame delle varie peculiarità, a partire dalla qualità del suono, il quale deve essere chiaro e non contraddistinto da fastidiose interferenze.

Altro punto chiave è rappresentato dall’effettivo volume in uscita, significativo soprattutto se si utilizza il micro auricolare all’interno di ambienti rumorosi.

Di fondamentale importanza è poi la composizione del kit, intendendo in tal senso la presenza di un elemento induttore e di eventuali cavi da collegare allo smartphone o al dispositivo mp3.

Per quanto riguarda la tipologia di induttore inoltre sono spesso presenti collane, occhiali o penne, oggetti abbastanza anonimi da passare inosservati persino all’occhio più attento.

Rilevante in tal senso la presenza di un buon amplificatore montato all’interno dell’elemento induttore, aspetto di fondamentale importanza al fine di mantenere sempre il volume in un determinato range e che rappresenta una discriminante essenziale tra kit di alta qualità e di medio o basso livello.

Fonte delle informazioni: https://gospy.it/

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here