Satispay nella top 100 della tecnologia finanziaria, prima volta tutta italiana
Satispay nella top 100 della tecnologia finanziaria, prima volta tutta italiana

Per la prima volta, nel settore della tecnologia finanziaria, una società italiana è entrata a far parte della top 100 delle aziende fintech più importanti al mondo in quanto tra le realtà più innovative. Trattasi, nello specifico, di Satispay che, in accordo con quanto è stato riportato da LaStampa.it, è entrata a far parte della categoria delle stelle emergenti, ovverosia delle ‘Emerging stars’ dopo essere stata fondata quattro anni fa sulla base di un’idea di tre giovani che erano interessati a facilitare le operazioni di pagamento utilizzando gli smartphone.

Rispetto alla top 100 del 2016, quest’anno i Paesi rappresentati salgono da 22 a 29 per quella che è una classifica che è stata stilata dagli esperti di H2 Ventures e di Kpmg, e che vede primeggiare la Cina con cinque aziende innovative presenti che si sono distinte nel settore della tecnologia finanziaria. Tornando a Satispay, il servizio proposto per i pagamenti si presenta vantaggioso per gli esercenti da un lato, e rigorosamente gratis per gli utenti privati dall’altro in accordo con quanto mette in risalto la società attraverso il proprio sito Internet.

Nel dettaglio, il servizio permette di trasferire fondi e di pagare nei negozi come se si inviasse un messaggio su WhatsApp, e con il vantaggio di essere del tutto indipendenti non solo dagli operatori telefonici e da una banca specifica, ma anche dagli emittenti delle carte di credito. Quel che serve solamente, infatti, è il numero di telefono ed il proprio codice Iban. In questo modo, per esempio, con pochi tap dal proprio smartphone l’utente può godersi e pagare un caffè con Satispay non solo quando ha finito i contanti, ma anche quando è impossibilitato a saldare il conto con una carta di credito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here