AOL Instant Messenger, la storica chat chiude dopo 20 anni di onorato servizio
AOL Instant Messenger, la storica chat chiude dopo 20 anni di onorato servizio

Aim, ovverosia AOL Instant Messenger, sta per andare in pensione dopo ben 20 anni di onorato servizio, e dopo che lo storico servizio di chat è stato soppiantato da Telegram, da Messenger e da tante altre app per la comunicazione mobile come Snapchat. Forse i più giovani neanche conoscono Aim, ma molti di coloro che oggi hanno 35-40 anni con ogni probabilità hanno usato o quantomeno provato AOL Instant Messenger che, lanciata nel 1997, era uno dei servizi di chat più utilizzati quando ancora si comunicava solo con il computer e non con lo smartphone ed il tablet così come avviene al giorno d’oggi.

Al riguardo l’Agenzia di Stampa Ansa.it, tra l’altro, ricorda come il successo del servizio di chat della America On Line si basasse anche sul fatto che il sistema era multi-piattaforma ed in grado di interfacciarsi pure ad altri servizi di società come Google ed Apple. Tra le compatibilità della chat, a partire dal 2000 Aim e ICQ, grazie allo stesso protocollo di comunicazione, funzionavano in modo tale che gli utenti potevano aggiungersi vicendevolmente ai due servizi con il fine della comunicazione in tempo reale.

Solo dieci anni fa, precisamente nel 2006, negli Stati Uniti su Aim era concentrata poco più della metà del mercato della messaggistica istantanea, ma poi il declino è stato inesorabile con l’arrivo di servizi come Skype prima, e WhatsApp poi. E così, allo stesso modo di Yahoo Messenger e Microsoft Messenger, servizi che hanno lasciato il posto ad applicazioni più evolute, per Aim è arrivato il momento di chiudere i battenti con data già fissata per il prossimo 15 dicembre del 2017.

LEAVE A REPLY