Smartphone usati da nove giovani su dieci, Rapporto Censis sulla comunicazione
Smartphone usati da nove giovani su dieci, Rapporto Censis sulla comunicazione

In Italia il 28% dei clienti che entra in banca con smartphone e tablet, grazie ai siti ed alle app, sono millennials rispetto al 25% di utenti che sono invece clienti bancari aventi un’età compresa tra i 35 ed i 54 anni. Questo è quanto emerso, tra l’altro, dal Rapporto annuale di ABI Lab con il quale è stata scattata in Italia la fotografia degli utenti che in Italia accedono ai servizi di Mobile Banking.

Dall’identikit del cliente bancario tipo che opera in mobilità, inoltre, è emerso che in media il livello di istruzione è elevato con il 50% che ha conseguito il diploma di scuola superiore, mentre il 38% ha ottenuto la laurea. Inoltre, tutti coloro che accedono al Mobile Banking hanno almeno uno smartphone, quasi tutti hanno un computer, l’80% possiede pure un tablet mentre la percentuale di presenza/possesso di una smart Tv è al 61%.

Dal Rapporto annuale di ABI Lab è anche emerso che il cliente che entra in banca con il telefonino è sempre più evoluto, preferisce nella maggioranza dei casi collegarsi di mattina, e lo fa in genere da casa sfruttando la rete wifi anche per ragioni di privacy e di sicurezza. Inoltre, ben 9 utenti del Mobile Banking su 10 oltre ad avere un conto corrente bancario possiedono pure una carta Bancomat, il 68% ha pure una carta di credito, il 67% possiede una carta prepagata, ed il 36% ha aperto un conto deposito e/o ha sottoscritto prodotti di investimento.

Considerando l’utenza del mobile banking che è rappresentata dai millennials, è la carta prepagata con il 77% il prodotto finanziario preferito. Ed in generale chi preferisce il Mobile Banking agli altri canali lo fa per una maggiore autonomia visto che è sempre come avere la banca in tasca.

LEAVE A REPLY