Virus informatici dannosi viaggiano in nome del Fisco, occhio alla truffa!
Virus informatici dannosi viaggiano in nome del Fisco, occhio alla truffa!

L’Agenzia delle Entrate nella giornata di ieri, lunedì 28 agosto del 2017, attraverso il Quotidiano telematico FiscoOggi ha lanciato un nuovo allarme relativo a messaggi di posta elettronica che viaggiano in nome del Fisco, ma che in realtà non sono altro che delle finte e-mail. Trattasi, nello specifico, di messaggi truffaldini con i quali si richiede di regolarizzare la propria posizione fiscale, oppure di attivare le procedure per ottenere dall’Agenzia delle Entrate un rimborso, e per questo nel messaggio ci sono dei link che è bene non cliccare in quanto potrebbero contenere virus informatici dannosi per il proprio computer.

L’Agenzia delle Entrate invita coloro che hanno ricevuto, o che riceveranno questi messaggi di posta elettronica falsi, di cestinare tutto e di non cliccare mai sui link che sono presenti nel corpo dell’e-mail, e lo stesso dicasi pure per l’eventuale presenza di allegati da scaricare. In alcune di queste finte mail, fa altresì presente l’Amministrazione finanziaria dello Stato, viene chiesto di scaricare un modulo che è finalizzato ad ottenere il rimborso parziale della tassa di possesso del televisore, ovverosia del canone Rai, ma trattasi di una truffa!

In un altro messaggio di posta elettronica truffaldino, invece, al contribuente viene chiesto di scaricare un apposito modulo, al fine di regolarizzare la propria posizione fiscale, e di versare una determinata somma di denaro, ma anche in questo caso trattasi di una truffa in quanto il Fisco via mail o Sms non chiede mai la compilazione e l’invio di moduli, e chiaramente non chiede mai denaro. Per gli adempimenti fiscali in via telematica gli unici canali ufficiai sono quelli di Entratel e Fisconline, dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, con accesso riservato e protetto tramite credenziali.

LEAVE A REPLY