Sicurezza digitale, operazioni banca online ancora più sicure per i clienti
Sicurezza digitale, operazioni banca online ancora più sicure per i clienti

A Wall Street i trader fanno uso di app criptate per scambiare informazioni e per discutere su argomenti in maniera non solo riservata, ma anche tale da non rispettare le leggi. A lanciare l’allarme in merito è l’Fbi citando il rischio che con queste app criptate vengano nascosti casi di insider trading, di frodi e di riciclaggio di denaro.

A rivelare questi rischi, in un’intervista al Financial Times, è stato l’agente della polizia federale John Casale nel precisare, in particolare, che i trader sulla piazza azionaria americana sfrutterebbero servizi come WhatsApp, Signal e Telegram al fine di non essere controllati dalle Autorità.

Stando alle indiscrezioni sul tema, a quanto pare sarebbe stato scoperto uno schema che, grazie proprio alla riservatezza offerta da app come quelle sopra indicate, avrebbe permesso ad un ex dipendente di Bank of America di guadagnare ben 5 milioni di dollari sfruttando delle informazioni riservate e confidenziali.

Inoltre, in accordo con quanto è stato riportato dal sito Internet del Quotidiano economico e finanziario ‘Il Sole 24 Ore’, un altro caso di diffusione di informazioni sensibili via Whatsapp ha portato la britannica Financial Conduct Authority a multare un dipendente di una nota banca di investimento newyorchese con una sanzione da 37.198 sterline.

Ad oggi il controllo diretto sulle app non è possibile per questioni legate alla privacy, con la conseguenza che è alto il rischio, sempre secondo l’esponente del Federal Bureau of Investigation, che vengano messe a segno e che restino impunite azioni criminali condotte nel mondo della finanza. Per non parlare poi del rischio terrorismo visto che, così come è emerso ed è stato ribadito dopo l’attacco terroristico alla Rambla di Barcellona, a quanto pare i militanti dell’Isis sarebbero soliti comunicare e scambiarsi informazioni via Telegram.

LEAVE A REPLY