WhatsApp Messenger, condivisione dati con Facebook, multa Antitrust
WhatsApp Messenger, condivisione dati con Facebook, multa Antitrust

La società WhatsApp Inc., in merito alla condivisione dei dati con il social network Facebook, è stata multata dall’AGCM, l’Autorità Garante per la Concorrenza ed il mercato. In base ad un’istruttoria che è stata avviata nel mese di ottobre del 2016, infatti, l’Antitrust nella riunione di ieri, giovedì 11 maggio del 2017, ha chiuso il procedimento, finalizzato ad accertare eventuali violazioni del Codice del Consumo, infliggendo alla società WhatsApp Inc. una sanzione da 3 milioni di euro.

Ne dà notizia proprio l’AGCM con una nota nel precisare in particolare che le istruttorie aperte a carico di WhatsApp Inc. nel mese di ottobre del 2016 sono state due, e che la sanzione riguarda la condivisione dati con Facebook. In pratica, secondo quanto è stato accertato dall’Autorità, la società WhatsApp Inc. ha indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare i nuovi termini di utilizzo integralmente facendo loro credere che, altrimenti, non sarebbe stato più possibile utilizzare l’applicazione di messaggistica.

L’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha anche rilevato che, per tutti coloro che, alla data del 25 agosto del 2016, risultavano essere già utenti prima della modifica dei termini di utilizzo, c’è stata invece la possibilità di accettazione parziale dei nuovi termini di utilizzo potendo da un lato decidere anche di non fornire l’assenso per la condivisione dei dati con il social Facebook, e dall’altro continuare ad utilizzare senza problemi l’app di messaggistica.

La sanzione dell’Antitrust, in accordo con quanto è stato messo in evidenza con una nota, si fonda quindi su una inadeguata messa in evidenza, da parte di WhatsApp Inc., della possibilità di poter continuare ad utilizzare l’app di messaggistica anche negando il consenso alla condivisione dei dati con il social network Facebook.

LEAVE A REPLY