Aggiornare Windows 10, Microsoft fissa due grandi finestre per le nuove release
Aggiornare Windows 10, Microsoft fissa due grandi finestre per le nuove release

Per il sistema operativo Windows 10 la Microsoft ha fissato due grandi finestre di update, nel mese di marzo e nel mese di settembre di ogni anno. Si partirà dal prossimo mese di settembre del 2017, mentre il secondo grande aggiornamento è di conseguenza previsto per il prossimo mese di marzo del 2018.

La conferma in merito è arrivata direttamente dalla società di Redmond, attraverso il proprio blog, precisando in particolare che fissando due grandi finestre di aggiornamento il settore enterprise potrà così gestire meglio le installazioni dove sono presenti tanti sistemi e tanti dispositivi con Windows 10. Il supporto per ogni feature di Windows 10 durerà 18 mesi con gli aggiornamenti che, tra l’altro, saranno perfettamente allineati con quelli di Office 365 ProPlus.

Intanto per la prima versione di Windows 10, quella del debutto che è stata rilasciata nel 2015, a partire dalla data 9 maggio del 2017 la Microsoft non rilascerà più alcun supporto, il che significa che la feature non sarà più aggiornata con le patch di sicurezza, fix ed ulteriori miglioramenti. Trattasi, nello specifico, della versione 1507 di Windows 10 il cui stop agli aggiornamenti, da parte della Microsoft, è stato peraltro prorogato di due mesi passando da marzo al mese di maggio del 2017 come sopra indicato.

Di conseguenza, nelle prossime settimane, chi con gli aggiornamenti di Windows 10 è ancora fermo alla feature del debutto, farebbe bene per ragioni di sicurezza ad aggiornare tempestivamente il sistema operativo della Microsoft. In particolare, attualmente con Windows 10 siamo arrivati alla quarta edizione che la società di Redmond ha denominato ‘Creators Update‘, e che corrisponde alla versione 1703.

Le due versioni successive di Windows 10 a quella del debutto sono invece la 1511 e la 1607. Presto, peraltro, pure il supporto per la versione 1511 dovrebbe avere vita alquanto breve visto che ad oggi la scadenza, salvo eventuali estensioni, è fissata per il prossimo mese di ottobre del 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here