WhatsApp reinventa la funzione dello stato per condividere immagini e video
WhatsApp reinventa la funzione dello stato per condividere immagini e video

Il mese di febbraio del 2017 è quello relativo all’ottavo anno dal lancio dell’applicazione di WhatsApp. Per l’app, infatti, le prime righe di codice furono scritte nel mese di febbraio del 2009 con la società WhatsApp Inc. che, attraverso il proprio blog, ricorda come all’inizio l’applicazione servisse solo per permettere di far sapere ai propri contatti ed ai propri amici cosa si stesse facendo. Solo alcuni mesi dopo venne poi introdotta la funzionalità di messaggistica che ha reso WhatsApp l’applicazione per comunicare in mobilità più utilizzata in tutto il mondo.

WhatsApp reinventa la funzione dello stato sempre più in stile Snapchat

Per l’ottavo compleanno WhatsApp ha annunciato che, dalla funzione originale dello stato ‘di solo testo’, si passerà ad un nuovo Stato WhatsApp che permetterà, in maniera tanto semplice quanto divertente e sicura, di poter condividere con i propri contatti e con i propri amici immagini e video sempre con la garanzia di protezione rappresentata dalla crittografia end-to-end. In altre parole, con la revisione dello Stato WhatsApp anche per l’app di messaggistica e per le chiamate vocali arrivano le Stories così come su Instagram ma anche come Snapchat visto che gli aggiornamenti di stato poi scompariranno dopo 24 ore.

Stato WhatsApp come su Facebook

E nello stesso tempo si può anche dire che con lo Stato WhatsApp, che da testo diventa in tutto e per tutto multimediale, l’app nel suo funzionamento diventa anche simile al social network Facebook. La nuova funzione sull’aggiornamento di stato sarà progressivamente disponibile a partire da mercoledì 22 febbraio del 2017 per i device con sistema operativo  iOS, Android e Windows.

LEAVE A REPLY