Lavorare in Google, bambina di 7 anni si candida, il Ceo risponde
Lavorare in Google, bambina di 7 anni si candida, il Ceo risponde

Una bambina di 7 anni ha scritto a Google per candidarsi e trovare un’occupazione in Big G. La piccola si chiama Chloe Bridgewater, vive in Inghilterra, e nella sua lettera di candidatura ha fatto presente al colosso americano che è quotato in Borsa a Wall Street di essere già brava ad usare il tablet e di amare i computer. Inoltre, a scuola va molto bene.

A Chloe Bridgewater piace anche nuotare e sogna di partecipare alle Olimpiadi. Per questo si allena costantemente tutte le settimane, ma nello stesso tempo sogna di lavorare un domani in Google, ovverosia presso un’azienda dove i sogni possono diventare realtà come peraltro ha raccontato alla figlia il suo papà.

Nel ricevere la lettera all’amministratore delegato di Google Pichai Sundararajan, più noto come Sundar Pichai, non è rimasto che rispondere alla missiva complimentandosi con la piccola per le sue passioni per la tecnologia, ed invitandola a rimandare la candidatura nel momento in cui avrà terminato gli studi.

La risposta del Ceo di Google ha fatto felice la piccola Chloe ed ha sorpreso il papà, che lavora come account executive alla Crs Conulting, il quale non si aspettava di certo una replica da parte di Big G, ed in particolare niente poco di meno che da parte del Chief Executive Officer.

‘Dopo aver ricevuto l’incoraggiamento di Pichai, Chloe è ancora più brava a scuola ed il suo obiettivo è sempre più quello di lavorare un giorno per Big G‘, ha non a caso dichiarato entusiasta il papà della piccola che proprio non si aspettava una risposta da parte di un uomo così impegnato qual è l’amministratore delegato di Google Sundar Pichai.

LEAVE A REPLY