Bagarinaggio on line con il secondary ticketing, vittoria al Tribunale di Roma
Bagarinaggio on line con il secondary ticketing, vittoria al Tribunale di Roma

Sul cosiddetto bagarinaggio on line la SIAE ha ottenuto ragione al Tribunale di Roma in merito ad un ricorso d’urgenza che è stato presentato lo scorso 13 ottobre del 2016. Ne dà notizia proprio il sito Internet della Società Italiana degli Autori ed Editori dopo che il fenomeno relativo alla vendita dei biglietti per i concerti, attraverso i cosiddetti canali del secondary ticketing, si è nuovamente verificato in concomitanza con gli eventi in programma in Italia da parte della band dei Coldplay.

A dare notizia in merito alla vittoria in Tribunale della SIAE, contro il bagarinaggio on line, sono state congiuntamente pure le Associazioni Federconsumatori e Adusbef che negli ultimi mesi, allo stesso modo, hanno denunciato l’odiosa pratica del secondary ticketing che danneggia soprattutto i giovani. In pratica i biglietti per i concerti, attraverso i canali online ufficiali di vendita, vanno a ruba nel giro di pochissime ore per poi riapparire in vendita, anzi in rivendita su altri siti a prezzi maggiorati.

Ad esprimere soddisfazione per l’esito del ricorso è stato anche il Direttore Generale di SIAE, Gaetano Blandini, precisando che ‘si tratta di un passo importante nella lotta al secondary ticketing, sia per i consumatori, che per tutti gli autori e tutti i titolari del diritto d’Autore e per coloro che operano nel settore’. Pure Federconsumatori e Adusbef parlano in merito di ‘Buona Musica’ riguardo alla sentenza del Tribunale di Roma. Ed il tutto aspettando che sul cosiddetto bagarinaggio ci sia un intervento da parte del legislatore al fine di regolamentare la materia.

La sentenza del Tribunale di Roma ed i suoi effetti sono stati illustrati nel pomeriggio di ieri, giovedì 1 dicembre del 2016, nel corso di una conferenza stampa a Milano presso SIAE – Foro Buonaparte. A tutela degli utenti, inoltre, Federconsumatori e Adusbef si riservano di agire autonomamente per il risarcimento dei danni subiti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here