Twitter potrebbe essere venduto. Il grande social dell’uccellino che cinguetta, noto in tutto il mondo per la caratteristica della brevità del tweet e per aver lanciato gli hashtag, potrebbe davvero cambiare padrone. A prospettare questa possibilità proprio il co-fondatore, Ev Williams.  Williams ha parlato del fatto con Bloomberg, sostenendo che “Siamo in una posizione forte ora” ha sostenuto.

“E come membro del consiglio dobbiamo considerare le opzioni giuste” continua Williams, fra le quali non potrebbe escludere anche la cessione di Twitter ad altre persone o società. Che Twitter soffra la concorrenza di mostri social come Facebook è noto, ma è anche vero che il social azzurro si è sempre tenuto al passo con i tempi cercando però di rimanere fedele a sé stesso, di non cambiare la propria imputazione originale (come la brevità dei tweet, per l’appunto).

Twitter però non riesce ad aumentare i propri utenti, e dal punto di vista finanziario si mantiene a galla senza grandi utili. La possibilità della vendita del social era già stata prospettata in passato, in momenti di crisi: fra gli acquirenti principali, si era detto, anche Google, che con Google+ non era mai riuscito del tutto a decollare e potrebbe aver bisogno di un social già avviato. Ma anche Amazon e Microsoft potrebbero essere interessate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here