Pokémon Go bannato dalle scuole In Francia si fa davvero sul serio
Pokémon Go bannato dalle scuole In Francia si fa davvero sul serio

Il popolare videogioco per i dispositivi mobili Pokémon Go della Nintendo presto potrebbe essere letteralmente bannato dalle scuole. In particolare, potrebbe succedere in Francia a seguito della posizione che al riguardo è stata espressa da Najat Vallaud-Belkacem, il ministro dell’Educazione francese.

Nel dettaglio, il ministro francese è fermamente intenzionato a rivolgersi alla Niantic, che è l’editore di Pokémon Go, affinché in Francia le scuole vengano escluse dalla mappa di Pokémon Go, con la conseguenza che all’interno delle strutture scolastiche gli studenti non troveranno più mostriciattoli da catturare.

In questo modo, senza i mostriciattoli da catturare all’interno delle scuole, gli studenti secondo il ministro dell’Educazione eviteranno di distrarsi durante le lezioni. Inoltre, la richiesta della politica francese è strettamente legata a motivi di sicurezza ed in particolare al rischio che la caccia ai Pokemon all’interno degli istituti scolastici porti a corse improvvise degli studenti ed a conseguenti movimenti degli alunni del tutto fuori controllo.

Sebbene rispetto al debutto del gioco l’interesse stia un po’ scemando in tutto il mondo, in Francia continuano in ogni caso le ricerche collettive di Pokemon nei parchi e nelle strade con il ministro che, di conseguenza, vuole evitare che lo stesso si verifichi pure nelle scuole.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here