Abbiamo preso atto del mutamento delle politiche di privacy di WhatsApp, per cui adesso l’app di messaggistica più utilizzata nel mondo condividerà le informazioni con Facebook, allo scopo (dichiarato) di migliorare le inserzioni pubblicitarie nel social blu e anche di presentare suggerimenti di amicizia “più appropriati”. Se però non vi garba l’idea che i vostri dati di WhatsApp ed i contatti vengano resi noti al social, allora c’è una cosa che potete fare per limitare il danno.

WhatsApp, infatti, ha previsto un modo per evitare (almeno in parte) che i dati personali vengano condivisi con il social di Zuckerberg (ovviamente il problema sussiste solamente per chi abbia un account Facebook). Vediamo cosa bisogna fare. Prima di accettare i termini di utilizzo, si può togliere l’opzione che permette a Facebook la condivisione dei dati a fini pubblicitari. Vi basterà spuntare la voce (che trovate confermata di default) dalle condizioni.

Non solo: dopo aver accettato le nuove condizioni di utilizzo entro trenta giorni si potrà comunque scegliere di condividere le informazioni dell’account con Facebook nella voce “impostazioni” in caso si cambi idea. In questo modo il vostro account del social blu riceverà informazioni sui contatti e potrà utilizzarle per gli scopi previsti dall’informativa privacy di WhatsApp.

LEAVE A REPLY