L’accordo stipulato fra la famosa società di messaggistica appartenete a Zuckerberg, WhatsApp, e Facebook potrebbe dare dei problemi di privacy agli utenti? Nella sostanza, nel blog ufficiale del servizio dell’app di messaggistica più diffusa del mondo è stato annunciato un aggiornamento ai termini della privacy. WhatsApp consentirà alle imprese di contattare immediatamente i nuovi utenti e condividerà alcuni dati degli utenti con Facebook, capogruppo.

Il concetto quindi è lo scambio delle informazioni fra WhatsApp e Facebook, che si sono fuse nel 2014 quando il capo del social blu ha acquistato l’app di messaggi.
Il motivo dello scambio, secondo quanto ufficialmente detto da Facebook, è quello di permettere al social di offrire suggerimenti migliori per le amicizie ed inserzioni pubblicitarie pertinenti.

“Nulla di ciò che gli utenti condividono su WhatsApp, compresi i messaggi, le foto, e le informazioni dell’account, sarà pubblicato su Facebook o su altre applicazioni del nostro gruppo di applicazioni per essere visto da altri, e nulla di ciò che viene pubblicato su queste applicazioni sarà condiviso su WhatsApp per essere visto da altri” viene rassicurato. Ma sono in molti a ritenere il contrario, soprattutto dopo l’ultima scoperta: su WhatsApp le conversazioni non vengono eliminate per sempre, le loro tracce sono sempre reperibili. Con buona pace della privacy.

LEAVE A REPLY