video a 360 gradi

I video a 360 gradi sono stati supportati ufficialmente anche da Twitter dopo Facebook e Youtube offrendo agli utenti di uno tra i più importanti social network la possibilità di una visione immersiva dei video. Gli utenti saranno in grado, infatti, di avere una visione con una maggiore dovizia di particolari rispetto ai filmati tradizionali. Twitter ha quindi deciso di mettersi alla pari con i suoi concorrenti, Facebook e Youtube che avevano in precedenza offerto questa nuova tecnologia senza l’inserimento “embed” ma condividendoli direttamente sul social network. Una situazione molto simile a quella offerta da facebook che consente agli utenti di inserire e gestire i video direttamente dalla propria piattaforma.

I video a 360 gradi hanno ottenuto molto successo perché danno la possibilità di visualizzare i filmati da più angolazioni semplicemente muovendosi con il mouse oppure con un altro strumento di input. In questo modo si può vedere un’azione o un particolare con un nuovo punto di vista, cosa che in precedenza risultava impossibile. Intorno a questi video si è aperta una concorrenza eccezionale dove tutti i principali social network hanno investito una notevole quantità di risorse. In questo settore è stato YouTube a far partire questa nuova tecnologia portando le altre aziende operanti in questo settore a seguirlo. Quindi dopo Facebook ora anche Twitter ha deciso portare avanti questa tecnologia anche grazie a Vine e Periscope.

I video a 360 gradi sono diventati un importante elemento di internet e molte aziende informatiche si stanno preparando a lanciare dispositivi mobili in grado di riprodurre correttamente questi contenuti.

LEAVE A REPLY