Android

Ormai è tradizione che il sistema operativo per dispositivi mobili, Android, più famoso al mondo sia scritto in Java, si veda anche la causa multimiliardaria che Oracle ha intentato a Google, ed attualmente sono moltissimi i programmatori che ogni giorno producono delle applicazioni più o meno complesse per il Google Play Store.

Ora la nuova rotta che Big G. potrebbe intraprendere sarà una scelta in grado di avere molti risvolti positivi sia per il sistema operativo sia per gli sviluppatori. Swift può offrire una maggiore snellezza al sistema operativo da una parte e la maggiore facilità per gli sviluppatori. Ma c’è una cosa che potrebbe essere molto curiosa: questo linguaggio di programmazione fu creato da Apple, si proprio la madre del maggiore sistema operativo che si oppone allo strapotere di Android. Da qualche anno, il colosso informatico di Cupertino ha deciso di renderlo open source cosa che ha attirato molte aziende per le loro applicazioni. Naturalmente questo passaggio sottende una serie molto importante di cambiamenti e di adattamenti alle API al runtime ed al SDK, cose che sicuramente non si fanno in poco tempo. Ma comunque il passaggio a questo sistema operativo potrebbe non avvenire mai visto che l’azienda informatica di Mountain View non sembra essere molto convinta da prospettiva visto che sembrano esserci dei problemi nella compilazione che, a quanto pare, sembra essere decisamente lento.

Cosa ci riserva Android nel prossimo futuro? Non si sa bene ma è necessario attendere del tempo prima di vedere una così grande rivoluzione nel sistema operativo.

1 COMMENT

  1. Cosa ci riserva Android nel prossimo futuro?

    Un sistema operativo talmente pesante che necessiterà di 16 GB di Ram, processori quantistici, memorie di almeno 2 tb, in quanto uno verrà occupato interamente dal Kernel e migliaia di processi attivi che creeranno conflitti a raffica, quindi crash, lag, malfunzionamenti dei dispositivi. Questo ci riserverà

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.