facebook logoFacebook ha deciso di introdurre gli hashtag: una scelta molto importante, perchè valorizza ancora di più quanto fatto da Twitter, il primo social network ad utilizzare gli hashtag. L’hashtag è un tag preceduto dal cancelletto (#): in questo modo, gli utenti riescono ad “isolare” una parola, un argomento, in modo che possa essere ricercato attraverso quel tag. Fino a qualche giorno fa, l’hashtag era sicuramente il tratto distintivo di Twitter, un po’ come i 140 caratteri: tratto distintivo e punto di forza, è quello che avranno pensato in casa Facebook. A Palo Alto si parlava ormai da qualche mese della possibilità di introdurre gli hashtag: i tecnici erano già al lavoro da marzo, secondo alcune indiscrezioni, dopo alcuni mesi il sistema era pronto per essere lanciato. Come accade già su Twitter, potrete scrivere in un vostro stato o link, una parola anticipata dal cancelletto, come #esempio: sarà possibile cliccare sulla parola, in questo caso “esempio”, e si aprirà una pagina con tutti i link ed i post dove è taggata la parola “esempio”. E’ un sistema molto interessante, tanto da essere utilizzato dai principali social network: oltre il già citato Twitter, è possibile taggare i post anche su Instagram, Pinterest e Tumblr . Ovviamente, a fare la differenza su Facebook sarà il metodo di condivisione: infatti le limitazioni di alcuni profili, che non condividono in maniera “pubblica”, ma con restrizioni (magari solo agli amici, oppure amici di amici) potrebbero rendere vano questo sistema. Infatti se un post con l’hashtag viene reso disponibile solo ad una determinata fetta di pubblico, in questo caso gli amici di Facebook, il post non sarà visibile al resto della comunità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here