firefox_15Sebbene Firefox sia migliorato di molto nella gestione della memoria RAM ed ottimizzare il proprio processo, la strada a quanto pare è ancora lunga ed accidentata. Firefox 15 infatti migliora ulteriormente le prestazioni: con questa ultima versione, lo scopo degli sviluppatori è stato quello di fare in modo che non si verifichino più repliche incontrollate dei processi legati agli add-ons quando viene chiusa una tab.

Il comportamento abituale (e corretto) del browser di Mozilla sino a questo momento verificatosi è quello di trovarsi con la memoria divorata sino ad esaurimento. Mozilla sta cercando in ogni modo di correggere il suo difetto principale, anche in luce del recente disavanzo registrato nella copertura del mercato dei browser. “Firefox ha perso quote di mercato nell’ultimo anno e mezzo principalmente a causa di Google Chrome,” afferma Vince Vizzaccaro, vice presidente di Net Application, una firma che si occupa di analisi sul Web.

Anche per questo aggiornamento, Firefox ha scelto la strada dell’update automatico in background, ormai abitudinario, che risulta meno invasivo e più facile da gestire da parte degli utenti, che possono mantenere attiva la sessione di navigazione senza venire interrotti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.